Disturbo specifico di calcolo: Discalculia

Disturbo specifico di scrittura: Disortografia e Disgrafia
26 maggio 2017

Nel Disturbo specifico del Calcolo si possono distinguere 2 profili: discalculia semantica legata a difficoltà nel processamento numerico (conteggio in avanti e indietro, inserzione dei numeri) e nei fatti aritmetici (tabelline e addizioni entro il 10) e discalculia procedurale legata a difficoltà nella letto-scrittura del numero e nell’algortimo del calcolo scritto (azioni che il soggetto deve compiere per svolgere un’operazione aritmetica per iscritto). Nella letteratura vi è un generale accordo sull’escludere dalla diagnosi le difficoltà di soluzione dei problemi matematici. Il Disturbo del Calcolo può presentarsi in isolamento o in associazione (più tipicamente) ad altri disturbi specifici. La diagnosi precisa è possibile determinarla al termine della III elementare.